Il coraggio, le idee, la passione. Questo ha permesso a Viasat di diventare oggi l’azienda leader nei sistemi di sicurezza satellitare che integrano le più moderne tecnologie telematiche per garantire la sicurezza completa del veicolo e ai suoi occupanti, vera e propria eccellenza italiana ed europea. Nata da un’idea geniale ad alto contenuto tecnologico – grazie ad una joint venture tra i due maggiori gruppi industriali del Paese, Seat del gruppo Telecom e Magneti Marelli del gruppo Fiat –, Viasat fu la società che progettò e diffuse il primo sistema satellitare orientato, al mercato consumer, in grado di comunicare con un autoveicolo, di inviare segnali di allarme ad una Centrale Operativa (h24) in caso di incidente o di furto.

La prima proposta, a livello europeo e forse mondiale, di un sistema interattivo che assemblava tre tecnologie, computer, Gps e Gsm. “In poco tempo – scrive Domenico Petrone, fondatore e presidente di Viasat Group, nel suo libro ‘Tutto inizia dai sogni’, a proposito dell’acquisizione del colosso telematico, avvenuta nel 2002 – Viasat era diventata leader di mercato, e tuttavia la sua situazione economica, organizzativa e commerciale era un vero disastro. Dalle mie analisi e considerazioni intuitive, mi resi subito conto che la situazione, se pur drammatica, era recuperabile nonostante le opinioni negative dei consulenti e dei massimi esperti che coinvolsi nella possibile operazione, sconsigliata da molti di loro. Mi impegnai giorno e notte e così ebbi modo di portarla a termine ugualmente, realizzando l’acquisizione della mitica Viasat”. Dal 2002 ad oggi, Viasat è cresciuta fino a diventare una delle più solide realtà economiche del nostro Paese, all’interno di un Gruppo che è presente in oltre 40 paesi tra Europa, Africa, Medio Oriente e Sudamerica con oltre 500 dipendenti. Per celebrare i sui primi 30 anni, Viasat ha pensato a una serie di iniziative. Prima fra tutte il lancio di un video contest, in collaborazione con “MYVisto – Sfida la tua creatività”, la piattaforma web fondata dall’attore torinese Luca Argentero, che connette brand e creativi. Il web contest durerà circa un mese e richiederà ai partecipanti di realizzare “Un video della durata di massimo 1 minuto dove fare una videolista in 5 punti di quello che eravate o siete dagli 0 ai 30 anni, o se non avete ancora compiuto i 30 anni come vi immaginate il futuro. Uno dei 5 punti deve riguardare la localizzazione nello spazio: dove siete, dov’eravate o dove vi immaginate di essere a 30 anni”. Il tutto accompagnato dallo slogan “Viasat, da trent’anni sempre con voi”. Il talento più votato dalla Rete, sarà premiato a Roma il prossimo 4 maggio, in occasione di un evento che vedrà anche la presentazione di un’edizione speciale della Guida alla Sicurezza, magazine del Gruppo Viasat, con una somma di 3mila Euro.

 “Siamo davvero lieti di partecipare ai festeggiamenti dei 30 anni di Viasat che – commenta Paolo Tenna, amministratore delegato di MYVISTO – oltre ad essere una riconosciuta azienda leader nei sistemi di sicurezza satellitare, con la partecipazione a Myvisto si dimostra anche attenta all’innovazione e alla sperimentazione. Myvisto, infatti, è nata proprio per incentivare e trasformare il punto di vista tra brand, creativi e consumatori utilizzando linguaggi digitali innovativi”. Inoltre, sarà anche lanciata una playlist “Come Eravamo” sul canale Youtube di Viasat Group, con una raccolta delle prime pubblicità e videoclip promozionali che fanno parte della storia dei primi 30 anni di Viasat. A maggio sarà presentata anche la Guida alla Sicurezza 2017, giunta al suo dodicesimo anno, che conterrà uno speciale sul trentennale e, per l’occasione si sdoppierà: nel numero di maggio si parlerà di insurance telematics, auto connessa, prevenzione dei rischi alla guida, Big Data e domotica; il secondo numero autunnale, sarà esclusivamente dedicato ai temi del fleet management e completamente in lingua inglese. Due numeri che si propongono di rispondere ancora meglio alle esigenze di informazione e cultura sull’ info telematica satellitare per confermarsi ancora di più come punto di riferimento su questi temi e appuntamento riconosciuto e atteso dalle Istituzioni, dalle Aziende, dalle Compagnie assicurative, dalle Associazioni dei consumatorie e da quanti operano nel settore della tecnologia e dei servizi applicati alla sicurezza stradale, alla sicurezza personale, al fleet e all’efficienza logistica. Infine, sempre per festeggiare questo importante ricorrenza, sarà lanciata una promozione speciale “30% di sconto per i 30 anni di Viasat”, dedicata a tutti i nuovi clienti Viasat del mondo consumer, dal 13 marzo al 16 giugno: chi vorrà acquistare una delle tante soluzioni satellitari made in Viasat potrà usufruire di uno sconto sul primo anno di abbonamento, pari al 30%, proprio come gli anni di Viasat. Insomma, tante le iniziative in campo per festeggiare come merita questa Azienda storica che “Intende mantenere la leadership sul mercato – ci dice Valerio Gridelli, Amm. Delegato Viasat – attraverso l’ampliamento dell’offerta commerciale con il lancio di nuovi, innovativi ed esclusivi prodotti e servizi”. Nei prossimi anni la sfida saranno gli ‘analytics’, ovvero i sistemi e i processi di analisi dei dati basate su tecnologie telematiche. “Grazie ai Big Data e all’Internet of things, gli automobilisti, le compagnie assicurative, le aziende di trasporto e la Pubblica Amministrazione potranno contare su nuove soluzioni e servizi personalizzati, in grado di premiare gli stili di guida virtuosi, migliorare l’efficienza del processo di gestione dei risarcimenti assicurativi, ottimizzare la logistica dei mezzi e delle merci, prevenire i rischi d’incidente per scarsa manutenzione dei veicoli o connessi alle cattive abitudini di guida. L’Italia sarà protagonista di questo cambiamento epocale? “Ci auguriamo di sì – conclude Gridelli –, ma la certezza è che Viasat si farà trovare pronta e sempre più impegnata a diffondere le proprie tecnologie e servizi nel segno del Made in Italy vincente!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here