Beacon non vi dice nulla? Ma in realtà stiamo assistendo ad un cambio epocale nella tecnologia e nel proximity marketing da casa Apple arriva Beacon che, usando la tecnologia bluetooth, potrà dare informazioni e servizi microgeolocalizzati nel raggio di settanta metri.

Partendo dalla tecnologia Bluetooth Smart, Beacon consente il trasferimento di dati utilizzando il posizionamento GPS su smartphone e tablet, con un’attenzione particolare ai consumi energetici.

Gli impieghi di questa tecnologia? Possono essere infiniti.

La prossima rivoluzione potrà avvenire nel modo di fare shopping. In un negozio di abbigliamento, dotato di antenne Beacon e che predispone di un’applicazione sullo store, potremmo ricevere informazioni, sconti, consigli su come abbinare i nostri capi direttamente, una commessa personale.

Oppure in un museo, dove le audio guide e approfondimenti potranno passare direttamente per il nostro smartphone.

Ovviamente non finisce qui, poiché Apple mira anche ad ottimizzare le transizioni economiche tramite Beacon.

Attualmente è utilizzata all’interno degli Apple Store Statunitensi ed è testata da Easyjet in tre importanti aeroporti: Londra Luton, Londra Gatwick e Parigi Charles de Gaulle. L’app di EasyJet manda automaticamente ai suoi passeggeri informazioni riguardanti l’aeroporto, ricorda i documenti da preparare per salire in aereo e altre informazioni simili.

In Italia la startup Checkbonus ha introdotto la tecnologia Beacons introducendo i sensori nei punti vendita delle catene Coin e Adidas e creando un’app che raccoglie punti e promozioni, facendo semplicemente walkin all’ingresso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here