PNRR

Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato un nuovo decreto che prevede, in sintesi, l’istituzione di un Fondo complementare al PNRR e procedure semplificate per la concessione di contributi e finanziamenti agevolati. 

Oltre il PNRR, a chi spetta

Come si legge sul sito del MISE, potranno beneficiare del fondo i progetti di ricerca industriali e di sviluppo sperimentale. Questi dovranno avere, alla base, una rilevanza strategica per la competitività tecnologica di imprese e centri di ricerca. I focus sono molteplici: favorire l’innovazione dei settori in gioco; aumentare e salvaguardare l’occupazione; aumento di prodotti made in Italy sul mercato internazionale.

Le parole del ministro

“Con la riforma degli Accordi per l’Innovazione – Spiega Giorgetti – puntiamo a semplificare e velocizzare le procedure amministrative per erogare in tempi brevi i contributi e finanziamenti agevolati per le imprese che investono su ricerca e lo sviluppo sperimentale per realizzare nuovi prodotti e innovativi modelli produttivi. Si tratta di un altro importante strumento di politica industriale messo in campo dal Mise – aggiunge – per rafforzare la competitività del tessuto produttivo del nostro Paese. L’obiettivo è incentivare, anche attraverso le risorse previste dal PNRR, i progetti d’investimento che promuovono la capacità d’innovazione e la sostenibilità ambientale all’interno dei settori industriali, incidendo positivamente anche sulla formazione e lo sviluppo delle competenze professionali”, conclude Giorgetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here