Navalny
Photo credit: Evgeniy Razumniy/Kommersant/Sipa USA

Mosca, 2 marzo 2024 – Il giorno dopo il funerale, il cimitero Borisov di Mosca diventa un luogo di pellegrinaggio per i cittadini che vogliono rendere omaggio a Navalny. Decine di persone si recano sulla sua tomba per deporre fiori e commemorare l’oppositore del regime di Putin. La polizia, in un momento di relativa tolleranza, permette ai cittadini di sostare vicino alla lapide e di esprimere il proprio cordoglio.

Le immagini diffuse dai media indipendenti mostrano una distesa di corone e ghirlande che adornano la tomba di Navalny, sormontata da una croce ortodossa e da un ritratto sorridente dell’uomo che ha sfidato il Cremlino. Il suo coraggio e la sua tenacia contro la corruzione e l’oppressione lasciano un’eredità indelebile, come sottolineato dal suo team: “Finché ci saranno persone che non si arrendono, la sua memoria vivrà”.

Tuttavia, la repressione del dissenso non si arresta. La piattaforma Ovd-Info denuncia oltre 100 arresti in 20 città russe, con circa 20 fermi solo a Novosibirsk. Ieri a Mosca, durante il funerale, migliaia di persone hanno sfidato le autorità gridando slogan contro Putin e inneggiando a una Russia libera. Il sacrificio di Navalny alimenta la speranza di un futuro democratico per il paese, nonostante le intimidazioni e le violenze perpetrate dal regime.

Navalny: un simbolo di resistenza che non si spegne, un esempio di coraggio che ispira la lotta per la libertà e la giustizia in Russia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here