Eco rating

Presentato oggi dalle maggiori società di telecomunicazioni in Europa, Eco Rating aiuterà i consumatori a scegliere un nuovo smartphone più sostenibile. Questo sarà possibile grazie a un bollino e una scala di punti.

Un mondo più Green… tra le proprie mani

Per alcuni è una moda, per altri è un modo per attrarre una fetta di clienti in più. Per altri ancora, una vera e propria vocazione. Quale che sia il motivo, crediamo che la svolta Green di molte aziende e multinazionali non sia solo utile, ma necessaria.

Era quindi solo questione di tempo prima un sistema come Eco Rating arrivasse sul mercato Da un lato premierà le aziende attente all’impatto che i propri prodotti hanno sull’ambiente, da un lato guideranno l’acquirente verso una scelta più consapevole. E così è stato presentato, tramite una nota diffusa da Orange, Telefònica, Telia Company, Deutsche Telekom e Vodafone, il nuovo sistema denominato Eco Rating.

Eco Rating: come funziona

Per il consumatore finale significherà trovare semplicemente un nuovo bollino sulla confezione dello smartphone che andrà ad acquistare. Più che “bollino”, sarebbe il caso di parlare di “etichetta”, visto che presenterà molte caratteristiche. Con una rapida lettura il consumatore potrà, infatti, acquisire informazioni sulla durabilità, la riparabilità, la riciclabilità, l’efficienza climatica e di risorse del potenziale nuovo smartphone. Questo oltre al punteggio, su una scala di 100 punti, come valutazione complessiva di queste caratteristiche.

In questo modo, gli utenti potranno operare una scelta più consapevole anche per questi Device che ormai sono nostri compagni giorno e notte.

Quando arriverà

Ufficialmente dal mese prossimo. Sia Vodafone che gli altri operatori inizieranno ad introdurre man mano questo nuovo sistema di rating, ognuno per il paese in cui opera (in totale, 24 paesi europei). Si inizierà con 12 compagnie, ma il numero è destinato a crescere nel tempo. Per ora troviamo, ad esempio, Motorola/Loenovo, OnePlus, Samsung, Alcatel e Xiaomi.

Insomma, il futuro verde della telefonia in Europa è (quasi) già qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here