Viaggiare ha valore terapeutico, lo dice la scienza. Diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato che a livello neuronale e psicologico, esplorare e andare in giro abbia un impatto positivo sul benessere mentale; gli ormoni della felicità aumentano aumentando un senso di serenità che si propaga in tutto il corpo. 

La prima cosa che avviene è che riusciamo a reagire in modo diverso agli imprevisti e ai problemi e poi secondo un’indagine condotta da Expedia e Research Now e pubblicata dall’Ansa, il 31% degli italiani afferma di sentirsi soddisfatto subito dopo aver prenotato una vacanza e il 48% dice di percepire sensazioni positive al termine dell’acquisto.

Tutto questo ha determinato l’origine della “travel therapy”, una terapia per colore che si sentono smarriti e così riescono a staccare da tutti i problemi per ritrovare se stessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here