Clubhouse
Foto da 123.rf

Circa un mese fa si era diffusa la notizia di Zuckerberg che voleva correre ai ripari da Clubhouse. Il successo del nuovo social network, infondo, è innegabile.  La notizia della funzione delle chat room vocali per Facebook fu riportata niente di meno che dal New York Times. Era, quindi, molto credibile. Ma ecco la novità: non sarà Facebook a contrastare Clubhouse, bensì Instagram.

L’ipotesi italiana

La notizia arriva proprio dall’Italia e, più precisamente, dallo sviluppatore italiano Alessandro Paluzzi. Questi ha infatti condiviso online due screenshot che mostrano come Instagram integrerà le nuove funzioni per le chat room vocali. Da questi screen si può notare come l’icona del microfono appaia accanto alla normale icona della fotocamera durante le live in video. Questa funzione andrebbe ad integrassi con quella, recentemente introdotta, che permette di avviare una live con quattro creator insieme. Viene quindi da chiedersi: queste chat room vocali saranno di solo quattro partecipanti? E soprattutto: come verrà gestita la moderazione?

Perché non Facebook?

Questo cambio di rotta, che vede almeno all’inizio un’implementazione delle chat room vocali su Instagram piuttosto che su Facebook, da un lato non stupisce. Il primo è infatti una delle app più utilizzate sui dispositivi iOS, il sistema operativo prediletto di Clubhouse (al momento, infatti, non ne esiste una versione Android). Proprio con l’aggiornamento del 1°marzo, Instagram ha annunciato in futuro importanti novità.

Stiamo anche esplorando strumenti più interattivi, come i controlli per la moderazione e feature audio che saranno disponibili nei prossimi mesi” si legge sul post di presentazione dell’aggiornamento che ha interessato tutti i possessori e fruitori dell’app.

Clubhouse e la moderazione

Ciò che rende Clubhouse molto appetibile è proprio la moderazione abbastanza rigida. Possono intervenire nella discussione solo gli utenti che hanno interagito per un po’ di tempo con l’app, e solo per “alzata di mano” dopo il consenso del creator della stanza virtuale. Siamo curiosi di sapere come Instagram prima, e Facebook poi, decideranno di gestire questa particolarità di Clubhouse sui propri spazi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here