Main Force

Human Rights Film Tour fa tappa alla Federico II

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Dopo questa solenne deliberazione, l’Assemblea delle Nazioni Unite diede istruzioni al Segretario Generale di provvedere a diffondere ampiamente questa Dichiarazione e, a tal fine, di pubblicarne e distribuirne il testo non soltanto nelle cinque lingue ufficiali dell’Organizzazione internazionale, ma anche in quante altre lingue fosse possibile usando ogni mezzo a sua disposizione. Il testo ufficiale della Dichiarazione è disponibile nelle lingue ufficiali delle Nazioni Unite, cioè cinese, francese, inglese, russo e spagnolo. Il testo consta di 30 articoli che sono introdotti da importanti premesse che ricordano come “il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo; il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell’umanità, che è indispensabile che i diritti umani siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l’uomo sia costretto a ricorrere, come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l’oppressione“. In un momento in cui assistiamo impotenti alle profonde ferite inferte alla dignità umana da guerre scatenate da motivazioni religiose, da tensioni originate dal rifiuto di flussi migratori da territori di guerra che costituiscono una costante del nostro quotidiano, rileggere il contenuto di alcuni articoli di questa dichiarazione può essere momento di importante riflessione di cui la Federico II con la sua storia di grande accoglienza risalente addirittura al suo manifesto fondativo desidera farsi promotrice.

Dato che nel 2018 ricorre il 70simo anniversario della firma della Dichiarazione, il Ministero degli Affari Esteri della Confederazione Elvetica, il Festival del Cinema dei Diritti Umani di Ginevra e l’Alto Commissariato per i Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite hanno deciso di dar vita ad una celebrazione itinerante dell’evento, denominata “Film Tour”, organizzando 40 proiezioni di film, riguardanti i Diritti Umani, in altrettanti Paesi del Mondo. Queste proiezioni saranno occasione di incontro e dibattito sul senso concreto dei Diritti nella società contemporanea e quindi sul valore attuale dei principi espressi nella Dichiarazione. Il 16 maggio 2018 il Film Tour farà tappa in Italia e la città di Napoli, con il patrocinio dell’Università Federico II, del Dipartimento di Studi Umanistici e del LUPT ospiterà l’evento.

L’incontro si svolgerà, dalle 9 alle 13.30, presso l’Aula Pessina dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, corso Umberto I 40, e sarà aperto dai saluti del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del Rettore dell’Ateneo federiciano Gaetano Manfredi, di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, dell’ambasciatore di Svizzera in Italia Giancarlo Kessler e di Maurizio Del Bufalo, coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli. Introdurrà e coordinerà i lavori Marisa Squillante, Coordinatrice del Corso di Laurea in Lettere Classiche dell’Università di Napoli Federico II, che si è impegnata nella realizzazione della tappa italiana. Interverrano, tra gli altri, Arturo De Vivo, Prorettore dell’Università di Napoli Federico II, Lucio De Giovanni, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Napoli Federico II e Guglielmo Trupiano, Direttore Centro EdLupt “Maria Scognamiglio” Napoli, Avellino, Benevento.

SHARE